I vantaggi del fotovoltaico

Il rispetto per l’ambiente, la necessità di riercare fonti di energia rinnovabili, ma anche la possibilità di risparmiare in modo sostanzioso sono solo alcune delle motivazioni della crescita esponenziale delle persone che scelgono il fotovoltaico per le proprie abitazioni.

Ma quali sono realmete i benefici che si possono trarre da questo modo di produrre energia?

C’è da dire che questo tipo di impianti sono considerati come un vero e proprio investimento: il suo costo in genere viene recuperato in un arco di tempo che va dai 6 ai 12 anni.

Sicuramente, come già detto, il vantaggio più importante è comunque rappresentato dal risparmio che esso genera: con esso infatti è possibile abbattere i costi dell’energia elettrica per almeno 25 anni, tempo minimo di durata dell’impianto, sostanzialmente azzerandola.

Non solo: grazie allo scambio sul posto è possibile vendere al proprio gestore elettrico tutta o parte dell’energia prodotta.

Ma entrando più nei dettagli più tecnici, i pannelli dell’impianto non necessitano di manutenzione in quanto non sono costituiti da componenti meccanici o elettronici. Questi pannelli infatti funzionano grazie ad un fenomeno naturale, appunto il processo fotovoltaico.

Un ulteriore vantaggio è inoltre il luogo dove essi sono installati, solitamente sui tetti: spazi che in ogni caso non sono utilizzati in altri modi e quindi non tolgono spazio abitativo.

Gli impianti fotovoltaici sono peraltro utili all’ambiente: non producendo emissioni inquinanti, rappresentano un notevole guadagno di salute per la collettività.

Un ulteriore elemento di risparmio è dato dalla ridotta dispersione energetica degli impianti rispetto a quelli tradizionale, riduzione in gran parte dovuta al fatto che l’energia non deve compiere lunghi tragitti ma è appunto prodotta e consumata sul posto.

Un ultimo elemento di vantaggio per la collettività è l’indipendenza energetica dall’estero, elemento che anche se citato per ultimo è di notevole importanza nell’attuale situazione economica e sociale.
Fonti:

http://www.qualenergia.it/
http://www.ste-pignotti.com/
http://www.fotovoltaiconorditalia.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published.