Le pareti vegetali interne

Negli ultimi anni nel mondo dell’edilizia si è sviluppato un vero e proprio fenomeno: quello delle pareti vegetali interne.

Per farne un esempio su tutti, basta pensare alla Diesel Farm (la sede principale del famoso brand di moda), che ne ha installata una che percorre tutti i piani dello stabile (in foto).

03210f6d7f95d66957a23b2e7cd0c41e

A di là del nome che gli si vuole dare (ad esempio muri verdi, giardini verticali o living walls), esse hanno lo scopo di creare (o meglio ricreare) un equilibrio fra uomo e natura: infatti oltre ad essere piacevoli da vedere, esse svolgono due importantissime funzioni: purificare l’aria e isolare la parete su cui sono sviluppate.

Andando più nello specifico, esistono appunto una serie di vantaggi procurati da queste pareti che non sono trascurabili:

– soddisfano la vista e stimolano l’olfatto: è infatti innegabile che siano davvero un tocco in più per la casa in termini estetici, ma non solo. le piante infatti diffondendo profumo sono un vero e proprio stimolo per il nostro olfatto
– generano benessere: è scientificamente provato che la presenza di piante all’interno dei luoghi di lavoro ha il potere di ridurre stress e disagi fra le persone, con la conseguenza di aumentare produttività ed efficienza nel complesso. Non a caso, il verde è il colore predominante in natura, ed è in grado di trasmettere un senso di pace ed equilibrio.
– sono in grado di migliorare l’aria: anche per questo aspetto, è scientificamente testata la capacità delle piante di ridurre gli elementi inquinanti (genarati dal riscaldamento, dal fumo di sigaretta, dall’uso di particolari detergenti, ecc.) presenti nell’aria. Dai primi esperimenti condotti dalla Nasa negli anni ’70 ad oggi, è stato testato che gli elementi inquinanti dell’aria provocano quello che è stato definito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità la cosiddetta “Sindrome da edificio malato”, che può sfociare in disturbi fisici. Davvero un bel vantaggio poter alleviare questi inconvenienti solo grazie a delle piante!

Come è possibile realizzarle?

A questa domanda esistono parecchie soluzioni.

È ad esempio possibile coltivare delle semplici piante rampicanti poste in vasi fissati al muro con ganci.

Esistono poi dei supporti da parete concepiti esattamente per questo scopo, solitamente di forma rettangolare e composti da una serie di vasi irrigati da un circuito unico interno che provvede in automatico ad abbeverare le piante.

Ancora, è possibile comporre la parete con un insieme di mensole da parete, dove poggiare i vasi che poi dovranno essere annaffiati manualmente.

A questo scopo, è importante ricordare che quando si pensa di installare ad una parete vegetale nella propria abitazione o nel proprio spazio lavorativo, è necessario studiare un efficace sistema di irrigazione senza le quali le piante non possono sopravvivere.
È quindi opportuno valutare a fondo se si preferisce annaffiare le piante manualmente o se invece risulta più pratico comprare o costruire delle pareti in grado di irrigarsi autonomamente.

 
Fonti:
http://www.ideegreen.it/come-realizzare-una-parete-vegetale-48225.html
http://www.greenhabitat.it/benefici.php
http://www.rovattigiardini.it/terrazzi-verde-verticale/pareti-verdi.php

Leave a Reply

Your email address will not be published.